Madre Orsola ci invita a vivire come vere Teatine

By 19 novembre, 2018Notizie

Ancora una volta, Madre Orsola ci ha sorpreso nella celebrazione del 400 anniversario della sua morte. Ci ha preparato, per tutto quest’anno, e Dio ha fatto il paradiso nei nostri cuori.

Siamo entrati nella ricchezza del nostro essere teatine e siamo stati emozionati della nostra vita consacrata teatina esprimendo la ferma e sincera promessa di tutte le Teatine per rinnovare il profondo sì di fare tutto per amore.

L’incontro con Madre Orsola è stata una “rivitalizzazione” per la nostra Congregazione. Madre Orsola è lì, a Napoli, non solo sepolta, ma che ci dà luce, indicando una via da seguire, il “fare un paradiso nella nostra terra”.

È così che abbiamo bevuto dalle fonti del carisma, siamo entrati nei loro percorsi sempre rinnovati, ci siamo “lasciate toccare” dalla Madre Orsola e, nel percorso di questo “anno santo” del 400 ° anniversario, abbiamo sperimentato la vicinanza di Dio e, allo stesso tempo, ci ha unito di più alle sorelle. Abbiamo sentito la preoccupazione di “salire la montagna “, abbiamo lasciato che la santità della Venerabile ci contagiasse e abbiam lasciato ai piedi della nostra Fondatrice tutto e tutti. Abbiamo sentito, ancora una volta, che Ursula ci dice chi siamo, cosa siamo. Ci siamo trovate colla nostra identità e la nostra ragione di essere Teatine.

Madre Orsola abbaglia. Madre Orsola convince. Madre Orsola seduce e quello attraente, senza alcun dubbio, viene da Dio. Una teatina è “seguace di Madre Orsola “perché invita sempre “a raggiungere Dio, a sollevare lo sguardo su di Lui, a dirigere i nostri passi verso il nostro unico bene”. Abbiamo finito questi 400 anni e ne abbiamo iniziato il 401 convinte che vale la pena scommettere solo per amore.

È così che abbiamo vissuto questo anno avventuroso del 2018: dalla riflessione, la preghiera, l’incontro fraterno e la gioia, proprio come voleva Madre Orsola. Ora è il nostro turno, in ciascuna delle nostre Comunità, di far sentire ogni sorella e ogni persona che stá in mezzo noi, quanto è speciale l’amore di Dio ed essere grati per i beni che ci concede ogni giorno.

Spero che lasceremo agire Dio nelle nostre vite e diventeremo vere testimoni del suo amore e del suo Vangelo, desiderando ardentemente nei nostri cuori e in tutti intorno a noi, come Madre Ursula, il nostro “piccolo pezzo” del paradiso.